Il CPIA di Lecce ha una nuova sede.

Ricordate la vicenda del CENTRO PROVINCIALE PER L’ISTRUZIONE DEGLI ADULTI di Lecce?
Ce ne siamo occupati appena informati della sua possibile chiusura, nel dicembre scorso attivandoci da subito per impedire l’interruzione di un servizio di pubblica istruzione – riservato a stranieri ed adulti – importantissimo per la città, anche se poco conosciuto.

Abbiamo portato la questione nella commissione consiliare competente, alla presenza dei dirigenti comunali e dei consiglieri per individuare la soluzione più utile agli studenti, garantire la continuità delle lezioni, assicurare una sede permanente e non provvisoria.
Tra le quali vi era quella di “utilizzare le aule vuote (circa 15) della scuola media “Alighieri” in via di Vereto (che occupa solo 6 classi) all’interno della quale sono già presenti alcuni corsi del CPIA: ottimizzare gli spazi disponibili senza oneri aggiuntivi (se non quello a necessari a a rendere indipendenti gli accessi)“, emersa nella seduta del 13 gennaio scorso.

Oggi, finalmente, è arrivata la bella notizia, contenuta nella delibera della Giunta Comunale n. 361:

” (…) l’AC ha comunicato che la nuova sede amministrativa e gestionale nel Comune di Lecce del C.P.I.A, a decorrere dal prossimo anno scolastico, potrebbe senz’altro essere individuata presso l’edificio di via di Vereto, sede dell’I.C. Alighieri-Diaz, con assegnazione dell’intero secondo piano oltre ai locali ristrutturati dell’ex casa del custode utilizzabili per uffici amministrativi.
Pertanto si è prevista la spesa necessaria per adeguare l’edificio scolastico a contenere senza interferenze le due istituzioni scolastiche nel bilancio di previsione 2016-2018, nel Piano degli investimenti 2016-2018, approvato con la delibera di Giunta Comunale n 294 del 19/4/2016. Si precisa che all’occorrenza, in mancanza di aumento della popolazione scolastica della scuola secondaria di primo grado interessata, anche altri locali del piano terreno ( lato uffici) potrebbero essere destinati ad attività del C.P.I.A
.”

L’istruzione finalizzata essenzialmente all’insegnamento della lingua italiana agli stranieri – veicolo decisivo di integrazione – trova così uno nuova sede.
E’ importante che la città non abbia perso questa importante istituzione pubblica.
E’ bello sapere di aver contributo a trovare una soluzione.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.